Libro: Il IV elemento

Autore:

Il IV elemento

Trattato sulla struttura del fuoco e indagine di Polizia Scientifica sulla dinamica degli incendi
Giancarlo Zedde Editore – Torino
 
 
 
 
PRESENTAZIONE
 
 
Il libro traduce l’esperienza professionale, maturata su casi reali, in un compendio sui metodi investigativi adottati nei casi di incendio. 
L’autrice definisce e amplia le metodiche per la corretta lettura dei «segni del fuoco», ossia di ciò che resta dopo un incendio; in questo modo, delinea il ritratto della memoria del fuoco e, nello stesso tempo, del suo presente, passando attraverso alcuni incendi epocali affrontati con i primissimi rudimenti del metodo di investigazione scientifica. Metodo che impone il ricorso a procedure d’intervento che consentano di svolgere un’indagine rigorosa per risalire, mediante la conduzione di complessi esami chimico-analitici, alle cause che hanno cagionato la distruzione. 
Per risalire alla dinamica che caratterizza ogni singolo incendio non bisogna inoltre dimenticare l’importanza dei modelli matematici da impiegarsi durante le ricostruzioni-simulazioni della così detta «scena del crimine».
Il condensato di tutte queste informazioni è quindi ricondotto all’investigazione forense attuata nel tentativo di decifrare i minuscoli dettagli e le impercettibili tracce lasciate dalle fiamme quando si chiude il triangolo del fuoco.
 
Antonietta Lombardozzi è nata a Loreto nel 1967. Laureata in chimica con una tesi sperimentale specialistica, si è dedicata all’attività didattica e alla ricerca conducendo studi chimico-fisici a carattere sperimentale.
Dal 1993 fa parte della Polizia di Stato. Svolge attività di formazione e di docenza per conto di università, Vigili del Fuoco, Esercito, Polizia di Stato, Scuole Interforze e Protezione Civile. Autrice di originali lavori tecnico-scientifici per il Servizio Polizia Scientifica di Roma, ha partecipato al gruppo di lavoro ENFSI «Fire and Physical or Gas Explosion» e frequentato la Scuola di Specializzazione in «Sicurezza e Protezione Industriale».
«Ombra» in gonnella della Polizia Scientifica, come Robert De Niro in Fuoco Assassino, cerca le tracce invisibili per ricostruire le cause degli incendi come è accaduto per il teatro «La Fenice» di Venezia, la «Cappella della SS. Sindone» a Torino, «Palazzo Theodoli» a Roma . Opera nella Fire Investigation ed è responsabile dell’area laboratori di indagini tecniche presso il Gabinetto Interregionale Polizia Scientifica di Torino.
 
 

Termini e Condizioni di utilizzo del servizio

INFORMATIVA SUL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

Desideriamo informarLa che il D.lgs. n. 196 del 30 giugno 2003 ("Codice in materia di protezione dei dati personali") prevede la tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali.
Ai sensi dell'articolo 13 del D.Lgs. n.196/2003, Le forniamo in particolare le seguenti informazioni:

  1. I dati da Lei forniti verranno trattati per finalità informative e di promozione relative ad eventi ed iniziative promossi dalla IFI.
  2. Il Suo indirizzo e-mail, verrà utilizzato unicamente per l’invio di materiale informativo di cui al punto 1; il conferimento di tale indirizzo e-mail si rende necessario ai fini della ricezione della newsletter sulla Sua casella di posta personale.
  3. Il Titolare del trattamento è: Italian Fire Investigation (in seguito per brevità IFI) con sede in Via Europa, 19 – 20854 Vedano al Lambro (MB) C.F. 9462351056.
  4. La cancellazione dalla newsletter potrà avvenire in qualsiasi momento, con effetto immediato e senza alcun obbligo o costo, semplicemente inviando una richiesta all'indirizzo info@ifiassociazione.it
  5. In ogni momento potrà esercitare i Suoi diritti nei confronti del Titolare del trattamento ai sensi dell'art. 7 del D.Lgs. 196/03. Le richieste andranno rivolte all’Ufficio Segretaria dell'associazione IFI scrivendo all’indirizzo e-mail: info@ifiassociazione.it:
    *Affinché la richiesta sia inoltrata, è prima necessario leggere l’informativa.

 

 

Corso “Fire Investigation”

Durata 100 ore

CHIMICA FISICA DELL’INCENDIO

Atomi e molecole reazione chimica il sistema periodico degli elementi generalità della combustione la velocità della combustione

PROPAGAZIONE DELLA COMBUSTIONE

Limiti di infiammabilità o di esplosione temperatura di infiammabilità temperatura di accensione o di ignizione la fiamma l’esplosione

PARAMETRI DELLA COMBUSTIONE

Potere calorifico o calore di combustione aria teorica di combustione temperatura teorica di combustione temperatura di accensione o di autoaccensione flash point o temperatura di infiammabilità

IL CALORE

Determinazione della potenza termica aspetto termico meccanismo di reazione e aspetto termico reazione a catena ramificata modalità di sviluppo e trasmissione

I COMBUSTIBILI

Combustibili solidi combustibili liquidi composizione delle frazioni petrolifere combustibili gassosi

ESPLOSIONI DOVUTE A MISCELE GASSOSE ESPLOSIVI

Caratteristiche degli esplosivi classificazione degli esplosivi tipi di esplosivi

FENOMENI FISICO-CHIMICI

L’ossidazione la calcinazione la pirolisi lo spalling

 

TERMODINAMICA DELLA COMBUSTIONE

CENNI DI TERMODINAMICA

La temperatura adiabatica di fiamma la combustione in aria combustibili convenzionali

FONTI DI DATI TERMODINAMICI

Metodi di stima

INFIAMMABILITA’ LIMITI DI INFIAMMABILITA’

Determinazione dei limiti di infiammabilità

PUNTO DI INFIAMMABILITA’ – FLASH POINT PARAMETRI CHE INFLUENZANO LE CARATTERISTICHE DI INFIAMMABILITA’

Natura del comburente temperatura pressione  aggiunta di inerti

MISCELE DI COMBUSTIBILI l

Limiti di infiammabilità di miscele a più componenti punto di infiammabilità di miscele

DIAGRAMMA DI INFIAMMABILITA’

Ossigeno minimo

ENERGIA DI ACCENSIONE E SORGENTI DI INNESCO

Energia di accensione sorgenti di innesco autoaccensione

 

ASPETTI ASSICURATIVI

Investigazioni dell’assicuratore accertamenti sull’ammontare dei danni

MODELLAZIONE E SIMULAZIONE MODELLAZIONE SEMPLIFICATA DI UN EVENTO DI INCENDIO

Potenza termica di un focolaio fattore di ventilazione altezza della fiamma velocità e sopraelevazione di temperatura del pennacchio gestione dei fumi potenza termica irraggiata flussi termici irradiati da focolai costituiti da pozze di combustibile metodi semi-empirici per la determinazione del falsh-over modello t2 per la crescita di un evento di incendio temperatura dello stato dei fumi tempo di riempimento di un locale e temperatura dello strato deiFumi modello di incendio indotto da un focolaio costituito da cavi elettrici

ATTIVITA’ DI SOPRALLUOGO

I FONDAMENTI DELLA POLIZIA SCIENTIFICA

Gli albori le indagini metodologiche di polizia scientifica

LA POLIZIA SCIENTIFICA ITALIANA LA REGOLAMENTAZIONE GIURIDICA

Le regole del sopralluogo osservare e descrivere i rilievi planimetrici i rilievi descrittivi i rilievi fotografici i rilievi dattiloscopici

LA LEGISLAZIONE DEL SOPRALLUOGO ATTIVITA’ INVESTIGATIVA SUL TEATRO DI UN INCENDIO

I problemi connessi al sopralluogo da incendio

LA METODOLOGIA DI SOPRALLUOGO DELLA POLIZIA SCIENTIFICA NEL CASO DI INCENDIO CONSERVAZIONE DEI LUOGHI GLI STRUMENTI DI ANALISI SUL TEATRO DI UN INCENDIO L’ATTIVITA’ DI INDAGINE LA REPERTAZIONE DOPO L’INCENDIO

Che cosa e dove campionare

L’INCENDIO NELLA LEGISLAZIONE PENALE

Le motivazioni premessa classificazione ed aspetti legislativi motivazioni dolose e profili colposi

ASPETTI GIURIDICI ATTIVITA’ DI VIGILANZA

la Polizia Amministrativa la Polizia Giudiziaria il Pubblico Ministero le indagini preliminari, gli atti e la loro regolamentazione le garanzie difensive l’incidente probatorio il Consulente Tecnico le indagini difensive

LE CAUSE DELL’INCENDIO

Elementi per la determinazione della presenza di liquido infiammabile e determinazione del punto di origine

L’ELETTRICITA’ COME CAUSA D’INCENDIO

Corto circuito, sovracorrente ed arco elettrico apparecchi e linee elettriche

ACCENSIONE UMANA DIRETTA, FORTUITA O DELIBERATA

Accensione a partire da una brace accensione a partire da una fonte luminosa

AUTOCOMBUSTIONE

Cinetica dell’accensione condizioni termodinamiche  condizioni chimiche

LIQUIDI INFIAMMABILI

Elementi per la determinazione della presenza di liquido infiammabile e determinazione del punto di origine

GLI EFFETTI DELL’INCENDIO AZIONI TERMICHE SULLE COSTRUZIONI MATERIALI DA COSTRUZIONE DISSESTI E LESIONI COMPORTAMENTO AL FUOCO DEI MATERIALI

Resistenza al fuoco effetti dell’incendio sui materiali da costruzione effetti dell’incendio sulle strutture effetti dell’incendio sul calcestruzzo effetti dell’incendio sul legno

GLI EFFETTI SULL’UOMO

Gli effluenti prodotti di combustione di materiali naturali e sintetici le ustioni incidenti in ambiente iperbarico

IL PERCORSO INVESTIGATIVO

La localizzazione del focolaio iniziale gli effetti sugli oggetti dinamica degli incendi propagazione degli incendi

RICOSTRUZIONE DELLA DINAMICA DI UN INCENDIO

Effetti dell’incendio. l’analisi delle conseguenze

SOSTANZE PERICOLOSE – FLASHOVER E BACKDRAFT CLASSIFICAZIONE DELLE MERCI PERICOLOSE

Classificazione secondo la direttiva 67/548/CEE trasporto sostanze pericolose la classificazione dei liquidi infiammabili e combustibili gli idrocarburi proprietà dei liquidi infiammabili e combustibili

SOSTANZE ESTINGUENTI IN RELAZIONE AL TIPO DI INCENDIO FLASHOVER E BACKDRAFT

Definizioni flashover backdraft terminologie differenti la conoscenza del backdraught la scienza del fuoco

I PROCESSI FISICI E CHIMICI

Eventi e stadi eventi transienti eventi sequenziali condizioni per un backdraught condizioni per un flashover iper-carburazione e soffocamento B

LEVE BOIL OVER SLOP OVER

Esplosione interna serbatoio di stoccaggio

DUST ESPLOSION INVESTIGAZIONE CHIMICA SULLE CAUSE DELL’INCENDIO ANALISI DEGLI ACCELERANTI ACCELERANTI DEGLI INTEGRI ANALISI DEI SEMICOMBUSTI RICCHI RESIDUI DA COMBUSTIONE SPINTA PREPARAZIONE DEI CAMPIONI METODOLOGIE ANALITICHE

Analisi gascromatografica analisi Gc/MS spettrometria Infrarossa a Trasformata di Fourier

INNESCHI LA PIROMANIA I COMPORTAMENTI ILLECITI ACCENDITORI PER ORDIGNI ARTIGIANALI INNESCHI CHIMICI MODELLAZIONE E SIMULAZIONE MODELLI A ZONE

Zone per la fase di pre – flash over zone per la fase post – flash over dinamico per l’instabilità di flash over descrizione qualitativa dell’instabilità di backdraft modellazione semplificata dell’instabilità di backdraft

MODELLI DI CAMPO

Termo fluidodinamica numerica caratteristiche del fenomeno della turbolenza sottomodelli di turbolenza sottomodelli di combustione sottomodelli di scambio termico radiativo sottomodello per il tasso di generazione di energia termica da un focolaio procedura di discretizzazione delle equazioni di bilancio griglie di calcolo algoritmi numerici di soluzione requisiti di uno schema numerico algoritmo

SIMPLE ALCUNI CENNI DI NORMATIVA ANTINCENDIO L’INCENDIO: MOTIVAZIONI DOLOSE E COLPOSE

CASI PRATICI

Le canne fumarie 

Fabbricati 

Autovetture/automezzi

Altri esempi

TEST FINALE